Il sistema radio per comunicazioni in emergenza della Protezione Civile  si compone di una sala, di apparecchiature ed un parco antenne ad alta efficienza. 

La primaria particolarità degli impianti è quella di potersi sintonizzare e quindi utilizzare buona parte dello spettro delle onde elettromagnetiche.
In pratica, le apparecchiature ed i sistemi di antenna, sono in grado di ricevere e trasmettere su più gamme d’onda: onde medie, onde corte e microonde.

Non solo, ma per quanto riguarda le onde corte (3 – 30 MHz) dispone di sistemi radianti che oltre a fornire una copertura continua su qualsiasi canale radio, irradiano con angoli diversi per sfruttare proficuamente  condizioni di propagazione ionosferica.

Questi impianti, infatti, affiancano la moderna rete radio: quella di emergenza e quella per il volontariato di protezione civile,  integrando la possibilità di comunicare a medio e lungo raggio prevedendo di utilizzare, in caso di calamità ed avaria degli impianti telefonici, le porzioni di frequenza che il Ministero delle Comunicazioni ha previsto con Il PIANO DI RIPARTIZIONE DELLE FREQUENZE per questo specifico settore di attività.

Tutti i sistemi confluiscono nelle SALA RADIO, situate anche nelle varie Prefetture di Italia.

 

 

JSN_TPLFW_GOTO_TOP