La nostra è purtroppo una Regione, in cui nel periodo estivo tra il mese di maggio ed il mese di ottobre, la disattenzione delle persone, il triste vezzo di qualche mentalmente turbato o a volte per qualche indicibile interesse personale (raramente per cause naturali), si innesca un incendio.

A favorire l'espandersi delle fiamme, è sempre il vento che nella nostra isola non manca quasi mai in particolare di scirocco e maestrale e che aggiunto ai pascoli secchi del periodo è come gettare della benzina su carta già di per se infiammabile.

Negli anni questo fenomeno, ha causato disastri immani in termini di ettari di bosco, di uliveti secolari, di vigne e sugherete, ma anche di vite umane.

Fino a qualche decina d'anni fa, "il contrasto agli incendi veniva effettuato da squadre di uomini chiamati "Sos Guardia Fogos", armati di attrezzature manuali e dotati di grande forza fisica e di volontà. Spesso per contrastare il fuoco dovevano per forza imboccare dei sentieri che s'insinuavano all'interno della fitta vegetazione il più idoneo e vicino all'obbiettivo. Era gente che conosceva a menadito le loro foreste e i sentieri erano per loro qualcosa di familiare. Chi procedeva avanti, faceva strada agli altri che seguivano; ognuno controllava la presenza e la sicurezza dell'altro: chi inciampava o cadeva trovava immediatamente la mano amica dell'altro che lo sorreggeva e lo faceva subito rialzare. Il gruppo compatto avanzava verso le fiamme, verso il male da combattere." E' questo un passaggio tratto dal libro "Le fontane della foresta demaniale di Anela" del Prof. G. Antonio Farris nel punto in cui narra l'evento dell'incendio del 31 luglio 1945 che devastò la foresta di Anela. Un passaggio per non dimenticare i sette Sos Guardia Fogos che per crudeltà della sorte perirono nell'incendio.

Molte, tante, troppe storie simili si sono succedute nei nostri territori ancor oggi nei tristi ricordi degli anziani, ma anche dei meno anziani, ricordi che echeggiano sempre anche nella nostra giovane Associazione. In questo modo fin dal primo giorno di costituzione ci siamo adoperati in ogni possibile situazione al fine di ottenere dalle Istituzioni comunali e regionali, le necessarie attrezzature e mezzi per una partecipazione attiva alla prevenzione e lotta al fuoco. 

Diventa un Radio Amatore

Corsi per l'ottenimento della patente di stazione di Radioamatore

Chi sono i radioamatori ?

 

Diventa un Volontario di P.Civile

Contattataci per ricevere ogni informazione su come entarre nella nostra organizzazione

 

I nostri Canali Telematici

JSN_TPLFW_GOTO_TOP